associazione Dialoghi onlus

tante formiche possono spostare un elefante
(proverbio africano)

 

 

Home ] [ Chi siamo ] Incontri e notizie ] Vietnam ] Documenti ]

Chi siamo

L'associazione

Associazione Dialoghi-onlus
via Malfolle, 15 - 40043 Marzabotto (BO)
e-mail:
dialoghi.malfolle@virgilio.it

L'idea di partenza

Siamo convinti che l’interscambio fra gruppi e popoli diversi è fondamentale per la ricerca di sentieri di pace, e che l’apertura alle altre culture del mondo può portare un soffio di aria nuova sui problemi della nostra società e della nostra vita.
Il mondo che fa da sfondo a queste pagine non è "capovolto" per errore. E' un invito a guardare le cose da prospettive diverse, a scardinare i nostri schemi mentali per riuscire ad ascoltare altre voci, rinunciando a proporre e ad imporre soltanto la nostra.

Per ulteriori dettagli:
Arrigo Chieregatti, In cerca di sentieri di pace

Il primo impegno

Il primo impegno dell'associazione è stato supporto al “Progetto sul disagio giovanile e i ragazzi di strada ad Hoan Kiem (Hanoi), Vietnam”, co-finanziato dal Programma Asia Urbs della Commissione Europea (aprile 2001-maggio 2003).

Documentazione sul progetto alla pagina Vietnam

Come partecipare

Dice un proverbio africano: "Tante formiche possono spostare un elefante". Nel mondo di oggi ci sono molti elefanti da spostare... L'associazione Dialoghi, nel suo piccolo, ci sta provando.

E' possibile far parte a pieno titolo dell'associazione diventando soci.
Si veda lo Statuto di Dialoghi.

E' possibile ricevere informazioni e partecipare alle attività , comunicando il proprio indirizzo e-mail o postale.

E' possibile dare un contributo economico per il sostegno che l'Associazione offre a iniziative vietnamite a favore dei ragazzi di strada, dei minori in difficoltà e delle vittime della diossina.

Si veda la pagina Vietnam.

conto corrente bancario n. 440017
Banca di Credito Cooperativo di Vergato - Filiale di Marzabotto
ABI 8422 - CAB 36890

La rete del
Gruppo di Lugano

Il “Gruppo di Lugano” è costituito da ricercatori, insegnanti e movimenti di solidarietà impegnati da anni nella costruzione di legami di solidarietà tra la gente, le generazioni, i popoli e i paesi, per opporre al disegno dell’apartheid globale, imposto dalla Globalizzazione, un sistema di solidarietà, di benessere mondiale e di rapporti interculturali.
Si veda il sito del Gruppo di Lugano: www.ilgruppodilugano.it

Ne fanno parte, come gruppo di riferimento culturale a livello europeo, Bruno Amoroso, Arrigo Chieregatti, Achille Rossi, Vittorio Capecchi, Giuseppe Stoppiglia, Pietro Barcellona, Nico Perrone e altri docenti e ricercatori di università di vari paesi, impegnati nella promozione di corsi sul bene comune.

L'associazione Dialoghi è una delle organizzazioni aderenti e riconosciute dal Gruppo di Lugano. Queste organizzazioni mantengono la propria autonomia, ma formano una "rete" (scambio di informazioni, diffusione del reciproco materiale, ecc.).

Di questa rete fanno parte, fra le altre, le seguenti organizzazioni:
- centro Federico Caffè, Roskilde (Danimarca)
- l'altrapagina, Città di Castello (Perugia)
- associazione Macondo, Pove del Grappa (Vicenza)
- gruppo Lilliput, Roma
- fondazione "Oasi Città Aperta", Troina (Enna)
- gruppo Università di Catania

Nelle rispettive zone, le organizzazione aderenti fanno da tramite fra i "Gruppi di ricerca" locali che lo richiedono e il Gruppo di Lugano.

Su Successiva